PARROCCHIA S.MARIA DEL CARMINE

Via Emilia, 72 - 40060 Toscanella di Dozza(BO)
Se desideri ricevere gli avvisi della parrocchia
CLICCA QUI

e
invia l'e-mail così come appare
la casa di accoglienza
don carlo dalpane

VITA PARROCCHIALE

"CUSTODIRE LA PAROLA"
meditazioni di
Don Fabio Gennai


LE OMELIE DI PAPA FRANCESCO A SANTA MARTA

leggi

 

 


DISCORSO DI FINE ANNO 2017

Questo anno Pastorale, abbiamo a tema la famiglia, credo che in diversi abbiano colto la mia insistenza sulla Famiglia Cristiana.

MA CHE COSA E’ UNA FAMIGLIA CRISTIANA ? dice Papa Francesco …
La famiglia è più di ogni altro il luogo in cui, vivendo insieme nella quotidianità, si sperimentano i limiti propri e altrui, i piccoli e grandi problemi della coesistenza, dell’andare d’accordo.

LA FAMIGLIA CRISTIANA LO E’ NONOSTANTE LE IMPERFEZONI - dice Papa Francesco …
Non esiste la famiglia perfetta, ma non bisogna avere paura dell’imperfezione, della fragilità, nemmeno dei conflitti; bisogna imparare ad affrontarli in maniera costruttiva. Per questo la famiglia in cui, con i propri limiti e peccati, ci si vuole bene, diventa una scuola di perdono.

NELLA FAMIGLIA CRISTIANA SI IMPARA … - dice Papa Francesco …
Il perdono è una dinamica di comunicazione, una comunicazione che si logora, che si spezza e che, attraverso il pentimento espresso e accolto, si può riannodare e far crescere. Un bambino che in famiglia impara ad ascoltare gli altri, a parlare in modo rispettoso, esprimendo il proprio punto di vista senza negare quello altrui, sarà nella società un costruttore di dialogo e di riconciliazione.

Detto questo inizierei a trattare il resoconto pastorale dell’anno 2017.
In questo anno appena trascorso, il quarto del mio ministero parrocchiale, inizio mettendo in rilievo la Parrocchia e la sua relazione con l'Unita Pastorale.
Parto dall’Unità Pastorale, istituita in modo definitivo dopo il Sinodo Diocesano. Una realtà che fatica a prendere forma, non è ancora una unità vera e di comunione, in realtà è una convivenza: si collabora ma solo per alcune questioni e non per tutto …
Nella prospettiva futura di una trasformazione globale della vita delle comunità, invece di lanciarsi in un obiettivo di precorrere il tempo e di fare una sola comunione pastorale, continuiamo nella tentazione di coltivare i nostri orticelli. Questo con un grosso rischio: Invece di essere profetici per il futuro siamo solo contabili del presente.
Quando nei prossimi 10 anni verranno meno circa 36 sacerdoti, sarà troppo tardi per abituarsi a una nuova modalità di comunità, allora sarà solo il tempo drastico dei cambiamenti imposti dalla necessità. Spero che il prossimo Consiglio Pastorale, che verrà eletto il 14 e 21 gennaio, sia dotato di Profezia e di Spirito di comunione.

La parrocchia di Toscanella
La parrocchia di Toscanella conta circa 6500 abitanti, sono circa 2100 le famiglie residenti, di queste cerca il 8 % sono straniere, una percentuale importante per capire la questione riguardante l'integrazione.
Gli stranieri non sono ospiti sconosciuti, l'integrazione si fa a partire dalla presa di coscienza della loro presenza. E da qui deve nascere un modalità di vita di comunità.

Nelle ultime benedizioni alle case (gennaio-marzo 2017)
Su 2129 famiglie visitate, 457 sono state le famiglie assenti alla benedizione; 310 sono state le famiglie che hanno rifiutato la benedizione. Questo significa che tra rifiuti e assenti, circa 1/3 delle famiglie non incontra il parroco per le benedizioni. Le famiglie di non italiani in parrocchia sono circa 160.
Natalità: nel 2017 sono nati e residenti nel territorio comunale al 31/12 n° 43 Bambini. I battesimi amministrati in parrocchia sono stati n° 20.
Guardando il registro osservo una repentina flessione dei battesimi: cosa significa? Solo un calo delle nascite?
In realtà iniziamo anche a parlare di scelta dei genitori di non battezzare i figli, ma d'altronde con la progressiva scristianizzazione dei battezzati, la cultura della non famiglia, il disimpegno dalla vita cristiana, non ci si può certo aspettare un dato diverso.

A questo punto guardiamo alla Scuola Materna Parrocchiale.
La gestione della scuola non è mai stata una esperienza facile, ma in questi anni, come anche in tutte le scuole paritarie della Diocesi, le situazioni si sono aggravate e le difficoltà si manifestano con notevole intensità.
Per noi, il mancato accantonamento del TFR è il macro problema della scuola e di conseguenza della Parrocchia, oggi si paga il non averlo accantonato nei decenni scorsi.
In questi quattro anni, per pensionamenti, anticipi, e risoluzioni di rapporto di lavoro, la Scuola e la Parrocchia hanno erogato 109.117 euro di TFR; restano ancora da accantonare completamente euro 110.780.
Questa situazione ha impoverito le disponibilità della Parrocchia e della Scuola, che continuamente ricorre a iniezioni di liquidità straordinaria, ricercando fonti ed entrare fuori della ordinaria amministrazione.
Attualmente la scuola ha il seguente personale in carico: 7 insegnanti a tempo indeterminato di cui una in maternità è una in aspettativa. Altre tre insegnanti sono a tempo determinato per supplenza. Poi vi è la cuoca a tempo indeterminato.
Il calo demografico, dal 2013 siamo passati da 62 nati/residenti a n° 43 del 2017.
Due anni fa una scelta coraggiosa ha portato a chiudere una sezione della scuola materna, portando il numero di sezioni da cinque a quattro; fu una scelta ponderata corretta e maturata nella analisi della natalità e dei costi sostenibili. La situazione demografica e l’andamento delle iscrizioni viene tenuta costantemente sotto osservazione per verificare la sostenibilità dell’impianto attuale su quattro sezioni.
In questo anno non posso non esprimere il mio rammarico per la vicenda che ha portato il licenziamento per motivo oggettivo di una insegnante, assunta 36 anni fa, ma anche l’amarezza, per un giudizio non corretto che alcuni hanno espresso nei miei confronti e sulla gestione della scuola.

Uno sguardo Economico sulla Parrocchia
In questi quattro anni come tutti ben possono riscontrare, molteplici sono stati gli interventi sul complesso Parrocchiale: Chiesa, Canonica, Opere Parrocchiali, Scuola Materna e attrezzature.
L’ammontare complessivo dei lavori è di circa Euro 420.000. Attualmente la situazione debitoria è dovuta ai mutui per gli interventi fatti precedentemente gli ultimi 4 anni. Ciò significa che la gestione e le strategie attuate non hanno creato a saldo della spesa nuovo debito per la Parrocchia.
Il contributo diretto, di cui non posso che ringraziare, da parte dei Parrocchiani, il denominato Contratto Gentile di Corresponsabilità, è stato di Euro 55.000.
Quale è la attuale Consistenza Bancaria:
Parrocchia CC presso Banca di Imola Euro 9.400
Scuola Materna CC presso BCC Euro 4.057
Scuola Materna CC presso Banca Prossima Euro 28.000
Scuola Materna CC presso Banco Posta Euro 17.911
Libretto Postale TFR Euro 3.300
Economia personale
Come segno di gratitudine e trasparenza, come atto di fiducia verso i miei collaboratori e i parrocchiani, e anche per dare conto del sovvenire al sostentamento dei sacerdoti - che ha visto la Parrocchia di Toscanella rispondere con grande responsabilità e generosità - ho deciso di rendicontare la mia economia personale.
Io percepisco circa 1.133 euro al mese come sostentamento dall'IDSC (compresi gli 80 euro di Renzi), circa 13.596 euro all’anno. La parrocchia deve corrispondere al mio sostentamento con una quota capitaria di euro 106 mensili (la metà di quanto dovrebbe, ma essendo una parrocchia in difficoltà è stata agevolata), quindi per un complessivo di euro 1.272 che lascio nella cassa parrocchiale per i consumi di utenze (riscaldamento, acqua ed elettricità). Il telefono e internet è computato nei miei costi personali, circa 60 euro al mese.
Per quanto riguarda le offerte per sante Messe, contabilizzo a mio carico 200 euro al mese, che poi lascio nella cassa parrocchiale, ciò significa che le offerte di Messe vanno tutte nella cassa parrocchiale, tranne le ufficiature di esterni.
Con il sostentamento mensile, pago tutto ciò che serve alla mia persona, spese di vitto (cibo), automezzo, carburante, assistenze, assicurazioni, tasse personali, pellegrinaggi in terra santa, carità e altre beneficenze ecc ... Pago inoltre una rata di 151 euro mensili (questo per tre anni), per un finanziamento di euro 5.000 che ho acceso personalmente per far fronte, nello scorso luglio, a un momento di rosso nei conti della scuola materna. In più un accantonamento mensile per ammortamento automezzo di Euro 200.
Nel 2017 dopo la morte di mio babbo, ho versato 5.000 euro, da mia eredità, per far fronte a una necessità per i conti della Parrocchia.
Alla luce di questa trasparenza che dimostra il mio personale coinvolgimento nel sostenere economicamente la Parrocchia, ed espressione del mio modo fare comunità, mi chiedo cosa intendano coloro che dicono che il parroco chiede sempre soldi ...
Chiedere la corresponsabilità economica dei laici di questa comunità, significa coinvolgervi e rendervi coscienti della vostra responsabilità rispetto alla Parrocchia perché sia luogo capace di svolgere la sua missione!

Uno sguardo alla CARITAS
Dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati assistiti 68 nuclei famigliari per un totale di 227 persone. Tra questi vi sono 29 bambini di età inferiore ai 5 anni, e 48 bambini e ragazzi di età compresa tra i 5 ed i 15 anni e 16 anziani ultra sessantacinquenni.
Nel 2016 sono stati erogati aiuti per un totale di 18.142,00 Euro.
A fine 2016 abbiamo provveduto all’acquisto di un furgone usato, in ottime condizioni, al costo di 6.000,00 Euro.
Nell’anno in corso (2017) abbiamo erogato, dall’inizio dell’anno al 30 settembre 9.243,00 Euro a 28 nuclei assistiti. Due famiglie portano i bimbi alla scuola materna parrocchiale; il costo complessivo ammonta a Euro 3.520,00.
Da circa un anno e mezzo la Caritas parrocchiale di Toscanella gestisce una “casa di accoglienza” situata in un appartamento di proprietà della parrocchia stessa. Dispone di tre stanze e uso in comune di cucina e bagno. In questo tempo sono state accolte sia persone con disagio sociale prive di alloggio, che famigliari di degenti dell’Ospedale di Montecatone.
Le entrate della Caritas provengono da diverse fonti: Raccolta di fondi in parrocchia durante la quaresima; Offerte spontanee di singole persone; Offerte in memoria, in caso di funerali; Offerte dalla parrocchia di Dozza (mercatino delle caldarroste); Mercatino della Caritas “RicicliAMO”; fondo emergenza famiglie; iniziative pro-caritas del Circolo parrocchiale “Sabbioso”; retta ospiti “casa di accoglienza”; altre offerte; prestito sulla fiducia (Caritas Diocesana). In media per un TOTALE di € 19.000 circa.

Concludo questo anno senza esaltazioni e senza avvilimenti.
Nonostante le aspettative, non è la situazione economica della Parrocchia che mi preoccupa.
Come dicevo anche lo scorso aprile, sento il peso e la stanchezza legata al ministero e agli incarichi che mi vengono affidati. Certamente la presidenza dell’Istituto Sostentamento Clero, a causa del tipo di gestione che è stata intrapresa assorbe molte energie, e disponibilità di tempo: sono rare le mattine in cui sono rintracciabile in parrocchia. Ma continuo a ripeterlo per condividere l’impegno nella vita comunitaria.
Un grazie a Luciano, che non posso quantificare in nessun metro di grandezza.
Ringrazio per la collaborazione e la corresponsabilità i membri uscenti del Consiglio Pastorale per il lavoro e l’impegno messo in questi ultimi tre anni. Ringrazio il rinnovato Consiglio per gli Affari Economici Parrocchiale; il Consiglio Parrocchiale di Azione Cattolica e il Consiglio del Circolo Sabbioso. Tutte realtà in cui si sperimenta il bello, e il meno bello, di essere comunità … ma tutti insieme espressione di Sinodalità, cioè di un camminare insieme.
Sono molto contento e soddisfatto che 18 persone, dopo i vari appelli, si sono rese disponibili per la lista per il Consiglio di Unità Pastorale. Questo è un buon inizio per il rinnovamento della Unità Pastorale.
Molti sono stati i segnali positivi di vitalità della Parrocchia, e anche i momenti importanti vissuti in vario modo: spirituali, educativi, ludici e ricreativi.
Segno di una Comunità che non si rassegna a essere gregaria di una compagine sociale, ma vuole essere protagonista e capace di assolvere la sua vocazione di Essere Chiesa, quindi assumere lo specifico compito di evangelizzare e difendere i principi di sacralità della persona umana.
Restano comunque anche esperienze di durezza e rigidità rispetto al cambiamento in atto nella Chiesa e nel mondo, ad esempio il rinnovamento mancato della iniziazione cristiana, cioè del catechismo; come pure la scarsa partecipazione alla Messa Domenicale (meno del 10%) che si traduce nella mancata frequentazione dei bambini che fanno Catechismo e ACR; solo un 12/15% dei bambini tra i 7 e 12 anni frequenta abitualmente la Messa Domenicale.
Il processo di rinnovamento, avviato nella Chiesa da Papa Francesco, che si fonda sulla trasparenza e la fedeltà al vangelo, non è arrestabile e in un modo o in un altro ci coinvolgerà, e sconvolgerà il nostro modo di essere tradizionalmente Chiesa.
L’augurio per il prossimo anno è proprio questo, che ci lasciamo persuadere dallo Spirito Santo, e da lui ci lasciamo condurre insieme a quel Nuovo che Avanza.

Don Fabio

 

CATECHISMO E ACR

A TOSCANELLA ogni SABATO dalle ore 15 alle ore 16,30 per i gruppi di Catechismo e ACR dalla seconda elementare alla seconda media.

A DOZZA ogni DOMENICA alle ore 10 per i gruppi di Catechismo e alle ore 11.00 Santa Messa.

FORMAZIONE E CATECHESI A TOSCANELLA
Gruppo Terza Media: ogni giovedì dalle ore 20.45 alle ore 22.00
Gruppo Giovanissimi: ogni giovedì dalle ore 20.45 alle ore 22.30
Gruppo Giovani: ogni martedì dalle ore 21.00 alle ore 22.30
Catechesi degli adulti: ogni martedì dalle ore 21.00 alle ore 22.30
VARIAZIONI NEGLI ORARI DELLE SANTE MESSE
DOZZA: Da lunedì 4 dicembre 2017 la S. Messa feriale e prefestiva sarà celebrata alle ore 18

TOSCANELLA: da sabato 13 gennaio 2018 , tutti i sabati fino all'ultimo sabato di Maggio, verrà celebrata una S. Messa prefestiva alle ore 16,30 con attenzione particolare ai bambini e i ragazzi del catechismo e dell'ACR e le loro famiglie.

RESTA INVARIATA LA CELEBRAZIONE PREFESTIVA DELLE ORE 20.

TOSCANELLA: CORSO IN PREPARAZIONE AL MATRIMONIO

Si svolge in Parrocchia di Toscanella nei giorni: 12/11; 03/12 ; 14/01/2018; 04/02; 11/03; 15/04; 06/05

Per informazioni, don Fabio al n. 3483265846

RINNOVO DEL CONSIGLIO DI UNITA' PASTORALE

Il prossimo 14 e 21 gennaio 2018 si terranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio dell'unità Pastorale. Chi volesse esprimere la propria candidatura, può e deve farlo direttamente al parroco di riferimento.

OSPEDALE DI MONTECATONE
Dal lunedì al sabato ore 16.15 recita del Rosario nella Chiesa dell'ospedale, a seguire la S. Messa. Poi visita nei reparti. Ogni giorno visita di un'ala dell'ospedale. Domenica ore 11 S. Messa nella Chiesa dell'ospedale. A seguire, Padre Carlo, insieme ad un Ministro Straordinario della Eucarestia, portano la Santa Comunione ai pazienti e parenti che ne hanno fatto richiesta.
TOSCANELLA: LITURGIA E SPIRITUALITÀ
Santa Messa di affidamento delle famiglie a San Giuseppe: ogni PRIMO MERCOLEDÌ del mese ore 20.00
Sante Messe ad onore del Sacro Cuore: ogni PRIMO VENERDÌ del mese ore 8.30 e ore 20.00 seguita dalla Adorazione Eucaristica. Santa Messa per il Coniuge defunto e incontro di Gruppo: ogni TERZO VENERDÌ del mese alle 15.30.
Lettura Continua della Bibbia: ogni QUARTO VENERDÌ del mese ore 21.00
Pellegrinaggio da Croce Coperta al Piratello ogni PRIMO SABATO del mese ore 7.00
Confessioni adulti: ogni SABATO MATTINA dalle 10.00 alle 12.00
ATTIVITÀ CARITATIVE E CARITAS UN AIUTO CONCRETO AI CRISTIANI PERSEGUITATI
PRIMA DOMENICA DEL MESE L'IBAN è il seguente: IT 04 V 08462 36800 000005027817 conto corrente intestato a Parrocchia S. Maria del Carmine con la Causale “ACCOGLIENZA PROFUGHI”. Al momento attuale con la sottoscrizione per l'aiuto ai profughi sono stati inviati ad Aleppo (Siria). Gennaio 2017 Euro 1150; Febbraio Euro 1000; Marzo Euro 850; Aprile Euro 891; Maggio Euro 690; Giugno 951; Luglio 1051. CONTRATTO “GENTILE” DI CORRESPONSABILITA' - sono stati raccolti Euro 50.594,72 (di cui Euro 5.000 in prestito).

 

 

 

 

 


 


 


 

 

 


L>